Scopri l’Anfiteatro e il Parco Regionale


La nostra avventura inizia all’interno del Parco Regionale dell’Antichissima Città di Sutri, caratterizzato da importanti evidenze archeologiche e da una forte varietà di ambienti naturali, che garantiscono un elevato livello di biodiversità.Dal Parcheggio di S. Antonio Abate, ci dirigiamo verso l’ingresso del Parco, dove troviamo subito il magnifico Anfiteatro. Unico nel suo genere, ubicato fuori dalla cinta muraria e anch’esso, come il vicino Mitreo, completamente scavato nel tufo, si sviluppa attorno ad un’arenaellittica circondata da un alto podio. La sua datazione si può far risalire tra la fine del I sec. a.C. e il I sec. d.C. La semplicità del suo impianto planimetrico lo rende assimilabile ai primi anfiteatri costruiti a Roma e in Campania, in particolare, a quello di Pompei.

Lungo il tracciato della via Cassia possiamo notare la Necropoli Urbana, uno degli esempi più consistenti di tombe di età romana scavate nel tufo, tra I sec. a.C. ed il III sec. d.C.

Proseguendo il percorso che costeggia il grande pratone del parco, incontreremo il Mitreo, o Chiesa della Madonna del Parto. Questo tempio, identificato come Mitreo poi riadattato a luogo di culto cristiano, come il vicino Anfiteatro, è stato completamente scavato nel tufo. Preziosi sono gli affreschi conservati al suo interno, con scene della Natività, ritratti di Santi, di San Michele Arcangelo e alcune raffigurazioni della Madonna col Bambino.

Continuando poi sulla strada interna possiamo salire e giungere a Villa Savorelli, edificata intorno alla seconda metà del XVII sec. dalla famiglia Odeschi. Nel XIX sec. divenne di proprietà della famiglia Savorelli. Meraviglioso è il suo giardino all’italiana, impreziosito da una fontana in peperino.

Nei pressi della villa troviamo anche la Chiesa di Santa Maria del Monte, con la sua imponente facciata di influenza borrominiana, in contrasto con le ridotte dimensioni dell’interno, composto da una piccola aula con pianta a croce. Al limitare del versante ovest del colle Savorelli, ci troveremo di fronte al Castello di Carlo Magno, edificio fortificato e realizzato in tufo, il quale deve il suo nome alla tradizione secondo cui il famoso imperatore avrebbe soggiornato a Sutri durante il viaggio per la sua incoronazione a Roma, nell’anno 800.
Infine possiamo uscire dalla villa e dirigerci all’uscita del parco dove si trova la Chiesa di San Giovanni del Tempio. Il suo accesso è posto ad un livello notevolmente più basso rispetto alla strada, testimonianza delle stratificazioni che hanno innalzato il livello della Via Cassia. All’interno della struttura è presente una cornice con tre immagini affrescate, delle quali rimane solo quella al centro, raffigurante la “Madonna col Bambino”, databile al XV sec. La chiesa è adibita a centro servizi del Parco.

Scopri gli Eventi e le manifestazioni locali

L’Anfiteatro e il Parco Regionale

L’Anfiteatro

Villa Savorelli

Il Mitreo

La Necropoli