Mappa dei luoghi di interesse


Nel centro storico

Nel centro storico

1 – TORRE S. PAOLO
detta anche “DEGLI ARRAGGIATI”

S.S Cassia [SR2] Km. 50

Posta alle pendici del monte S. Stefano, originariamente era la torre campanaria dell’omonima chiesa con attiguo convento dei frati carmelitani.
E’ una delle ultime tracce dell’antico abitato medievale che venne messo a ferro e fuoco nel 1433 da Niccolò Fortebraccio.

2 – PORTA FRANCETA

Ingresso Via di Porta Vecchia

Porta Franceta, conosciuta anche come Porta Vecchia o Gallice, a volte è stata indicata come porta delle tre ere, in quanto ingloba al suo interno elementi di epoca romana, medievale e rinascimentale, tutti individuati nella sua struttura.

3 – MUSEO DEL PATRIMONIUM

Via di Porta Vecchia, 81

Il palazzo, in origine e fino a tutto il 1700, era il Palazzo della Comunità di Sutri, sede dell’amministrazione cittadina fino al completo abbandono del Borgo a valle.

L’Efebo

L’Efebo di Sutri, presente nel museo, è una statua in bronzo di rara bellezza, risalente al primo periodo imperiale ritrovata nel 1912 da due contadini sutrini.

4 – ANTICO LAVATOIO

Piazza dell’Assemblea

Antico lavatoio pubblico, con lungo vascone a pianta rettangolare e piani di appoggio in peperino, oggi trasformato in fontana.

5 – PORTA MORONE

Ingresso Via G. Garibaldi

La porta, ad arco a tutto sesto con decorazioni bugnate su entrambi i lati, occupa il sito di uno degli antichi ingressi della città.

6 – MONASTERO E CHIESA DELLA SS CONCEZIONE IMMACOLATA DI MARIA

Via G. Garibaldi, 21

La chiesa (sec. XV) è a pianta rettangolare con il matroneo o coro delle monache di clausura, la cantoria e il soffitto a cassettoni in legno.

7 – CHIESA DI S. SILVESTRO

Piazza della Rocca, 10

La chiesa è ricordata nel 1053 come appartenente al Capitolo dei Canonici di San Pietro in Vaticano. La struttura mantiene l’impianto romanico con una facciata a capanna affiancata dalla torre campanaria a pianta quadrata.

8 – PIAZZA DEL COMUNE E FONTANA

Piazza del Comune

Oggi cuore della città, al centro della quale troneggia un’imponente fontana barocca, fu un antico foro romano, con arco d’ingresso appartenente al primo sec. a.C

9 – ATRIO COMUNALE

Piazza del Comune

Nell’atrio del Palazzo Comunale è conservata una raccolta di frammenti lapidei di epoche differenti: marmi, travertini pietre medioevali, stemmi di nobiltà nota o poco conosciuta. E’ anche presente un importante sarcofago di epoca romana utilizzato a fontana.

10 – CHIESA DI S. FRANCESCO

Piazza S. Francesco

Secondo la tradizione la chiesa fu fondata da San Francesco di Assisi e dedicata a Sant’Angelo. In seguito alla canonizzazione del Santo di Assisi la chiesa fu successivamente dedicata a San Francesco. La chiesa era collegata ad un convento i cui resti sono stati demoliti in anni recenti.

11 – CATTEDRALE DI S. MARIA ASSUNTA IN CIELO

Piazza del Duomo, 1

Antica basilica romanica, famosa per il pregiato e raro pavimento cosmatesco e per la cripta composta da otto navate divise da colonne con capitelli tutti diversi l’uno dall’altro.

12 – MUSEO DI PALAZZO DOEBBING

Ingresso Piazza del Duomo, 1

Lo storico Vescovado da fulcro religioso diventa una struttura espositiva dal fascino antico e dallo spirito moderno, articolata in varie sale e livelli, per una superficie complessiva di circa 1000 metri quadri.

13 – CHIESA DI SANTA CROCE

Via XXIV Maggio

La chiesa, citata già nei documenti medievali, è una delle più antiche della Città. All’interno, sull’altare, è visibile un dipinto dell’Esaltazione della Santa Croce.

14 – CHIESA DI S. FORTUNATA

S.S Cassia [SR2] Km. 50

Il complesso rupestre di Santa Fortunata sorge intorno all’anno 1000 come insediamento religioso su di un antico sito preesistente. Alcuni affreschi della chiesa e del complesso esterno sono oggi custoditi presso il Museo del Patrimonium di Sutri.


…E NEL PARCO REGIONALE DELL’ANTICHISSIMA CITTÀ DI SUTRI

S.S Cassia [SR2] Km. 50

A – ANFITEATRO ROMANO

L’Anfiteatro è il più conosciuto tra i monumenti della Tuscia, unico nel suo genere in quanto interamente scavato nel vivo della collina tufacea. Di manifattura etrusca, risalente all’epoca che va dal primo secolo a.C. al primo secolo d.C., al suo interno si svolgevano spettacoli e sanguinosi combattimenti fra gladiatori.

B – NECROPOLI RUPESTRE

Costituisce uno degli esempi più consistenti di tombe di età romana scavate completamente nel tufo databili per lo più fra il primo secolo a.C e il secondo d.C.

C – MITREO O CHIESA DELLA MADONNA DEL PARTO

Identificato da molti studiosi come Mitreo e poi riadattato a chiesa cristiana, il tempio è stato realizzato completamente scavando nel tufo; l’identificazione trova conferma nelle caratteristiche strutturali della chiesa, che somigliano a quelle dei luoghi dedicati al dio Mitra

D – VILLA SAVORELLI

Villa di epoca rinascimentale, edificata intorno alla metà del XV secolo dalla famiglia Odeschi, con tipico giardino all’italiana, circondata dal “Bosco Sacro” di lecci. Il parco della villa termina con una balaustra che si affaccia sull’Anfiteatro.

E – CHIESA DI SANTA MARIA DEL MONTE

Ricostruita nel XVIII sec. su disegno di Sebastiano Cipriani sul sito di un edificio precedente, presenta un’imponente facciata, di influenza borrominiana, fiancheggiata da due torri campanarie e sormontata da un timpano a cornice spezzata e rientrante.

F – CASTELLO DI CARLO MAGNO

L’edificio fortificato, realizzato in tufo al limitare del versante ovest del colle Savorelli, è stato tramandato dalla tradizione orale come Castello di Carlo Magno, in accordo alla convinzione secondo la quale l’Imperatore avrebbe soggiornato a Sutri durante il viaggio per la sua incoronazione, avvenuta a Roma nell’anno 800.

G – CHIESA DI S. GIOVANNI DEL TEMPIO

La chiesa, appartenente ai templari, si trova all’ingresso del Parco Regionale Naturale dell’Antichissima Città di Sutri.